Benvenuti su Pietroburgo.EU, il sito web dedicato alla Venezia del Nord!   

home
guida al viaggio
voli internazionali
trasporti locali
hotels
clima

mappa
storia
architettura
monumenti
chiese
musei
teatri

eventi
shopping
vita notturna

cucina
ristoranti

photogallery
links Utili
Cerca




ARCHITETTURA :

San Pietroburgo colpisce il visitatore soprattutto per l'impatto delle sue architetture. La zona centrale vanta dei quartieri che sono tra i piu' belli di qualsiasi citta', essi costituiscono un'affascinante vetrina degli stili architettonici in voga nel diciottesimo e nel diciannovesimo secolo, al punto da essere stati definiti "il sogno proibito di ogni studente di architettura".

Da Pietro il Grande a Nicola I, fino alla meta' del diciannovesimo secolo, ogni zar ha dato il suo impulso a un diverso stile architettonico, generalmente in linea con la propria filosofia politica.

La visita di San Pietroburgo puo' quindi essere immaginata come una escursione all'interno di stili architettonici che qui hanno trovato la massima espressione, grazie, nella maggior parte dei casi, all'estro di architetti italiani.

Quello tra Italia e Russia, infatti, e' un rapporto che attraversa i secoli, e che ha visto, a partire dal Settecento, il suo periodo di massimo splendore: e' in questi anni che, grazie a Pietro il Grande, la Russia inizia a guardare all'Europa con sempre maggiore interesse, a voler partecipare attivamente alla sua vita culturale, artistica, politica, e, soprattutto, a rivolgersi ad un paese europeo che fornisce un grande contributo in tutti questi settori del sapere e dell'ingegno: l'Italia.

Pietro il Grande si rivolge all'Italia e chiama alla sua corte artisti e architetti italiani per realizzare quella che doveva diventare la magnifica capitale, ancora oggi definita da tutto il mondo la "Venezia del Nord". Tra i tanti che dall'Italia hanno messo piede in Russia per dare il loro contributo alle sfarzose edificazioni di San Pietroburgo, non possiamo non ricordare:

FRANCESCO BARTOLOMEO RASTRELLI:
Francesco Bartolomeo Rastrelli (1700-1771) fu un architetto italiano che opero' in Russia. Egli sviluppo' uno stile facilmente riconoscibile, che puo' essere considerato come un'espressione del tardo barocco europeo. I suoi piu' importanti lavori, inclusi il Palazzo d'Inverno a San Pietroburgo e il Palazzo di Caterina a Tsarskoe Selo, sono celebri per la stravaganza del lusso e per l'opulenza delle decorazioni. Bartolomeo giunse in Russia nel 1715. La sua ambizione era di combinare lo stile italiano piu' tardo in architettura con le tradizioni del barocco moscovita. Fu scelto come architetto principale di corte nel 1730. Ebbe il favore dei monarchi di sesso femminile del suo tempo, cosi' mantenne l'incarico durante i regni delle imperatrici Anna (1730-1740) ed Elisabetta (1741-1762).
 
CARLO ROSSI:
Il nome del grande architetto italo-russo Karl Ivanovic Rossi, insuperato maestro dei complessi architettonici, e' universalmente noto. Nacque a Napoli nel 1775 e mori' a San Pietroburgo nel 1849. E' dovuto a lui il sistema di complessi, piazze e strade del centro di San Pietroburgo, imponente struttura architettonica che si estende per molti chilometri lungo le rive della Neva, fino alla Prospettiva Nevskij. Sempre Rossi creo' l'imponente edificio del Quartiere Generale e dei Ministeri con il rinomato arco di trionfo, l'edificio del Senato e del Sinodo, il complesso architettonico del parco del palazzo sull'isola di Elagin e molte altre opere ancora, considerate capolavori dell'architettura mondiale. Maestro degli interni e dell'arte decorativa applicata, la sua non e' solamente una vivida personalita' artistica, Rossi fu il magistrale organizzatore della complessa edificazione della citta'.
 
GIACOMO QUARENGHI:
Il Quarenghi, nacque a Capiatone, frazione di Rota d'Imagna il 20 settembre 1744, dopo vari viaggi che lo portarono a Vicenza, Verona, Mantova, Venezia e Paestum, si reco' a Roma nel 1763 entrando alla scuola del Mengs e, dopo la partenza di quest'ultimo per la Spagna, entro' nello studio di Stefano Pozzi rivolgendosi presto allo studio dell'architettura. Ando' in Russia nel 1779, scelto dal barone Grimm, ministro di Caterina II di Russia, come architetto della corte russa, recandosi nella Pietroburgo, che Caterina aveva intenzione di trasformare in una moderna capitale neoclassica. Nel 1781 edifico' il Palazzo Inglese a Peterhof dalle linee severe e semplici e privo di decorazione. A Pietroburgo invece realizzo' il Palazzo Berborodko, il Collegio degli Affari Esteri, la Banca di Stato, l’Accademia delle Scienze, il Teatro dell'Ermitage e il Palazzo Vitingov.

Palazzo di Marmo
Palazzo d'Inverno
Castello degli Ingegneri
Palazzo Stroganoff
Altri palazzi storici
Nei dintorni

Fortezza S.Pietro e Paolo
Cattedrale di Kazan
Cattedrale S.Isacco
Cattedrale S.Nicola
Il Sangue Versato
Monastero Nevsky
Chiese Minori

Mariinsky
Baltiisky Dom
Shostakovich
Kommisarzhevskya
Aleksandrinskij
Bolshoy
Mussorgsky
Maly

Museo Ermitage
Museo di Stato Russo
Museo della Marina
Museo Etnografico
Museo A.V. Suvorov
Copyright 2007 Pietroburgo.EU - all rights reserved --- Privacy Policy